Caricamento

URGENZE:340.6126261DISPONIBILIh24

Riproduzione e Neonatologia

Il ciclo estrale della cagna e della gatta e’ caratterizzato da quattro momenti/fasi:

  • Proestro (la cagna inizia a manifestare i primi segni clinici del calore quali agitazione e nervosismo ed iniziano le perdite vulvari siero-ematiche e la vulva subisce un aumento di volume)
  • Estro (e’ la fase in cui la femmina accetta l’accoppiamento con il maschio)
  • Diestro (gravidico o non gravidico ;la femmina non accetta piu’ il maschio e scompaiono le manifestazioni comportamentali del calore)
  • Anestro (e’ il periodo di riposo/quiescenza sessuale e va dalla fine del diestro al proestro successivo)

La cagna puo’ presentare i calori in qualsiasi mese dell’anno e solitamente ha 2 cicli ovarici all’anno (in media ogni 6-7 mesi) anche se cio’ puo’ variare a seconda della razza, dall’età e da gravidanze pregresse. Alcune razze presentano un solo calore all’anno mentre altre addirittura tre.

Nel cane la pubertà si manifesta verso i 6-10 mesi di vita nei cani di taglia piccola mentre alcune razze possono presentare il primo calore oltre i 2 anni.

La gatta è una poliestrale ( cicli estrali continuativi) stagionale che dipende dal fotoperiodo cioe’ la stagione riproduttiva inizia in genere da gennaio-febbraio e puo’ durare fino a settembre; tuttavia gatti che non escono di casa possono perdere questa influenza del fotoperiodo a causa della luce artificiale.

Nel gatto la pubertà è circa a 6-9 mesi di vita anche se le razze a pelo corto sono piu’ precoci rispetto a quelle a pelo lungo. Il fotoperiodo incide molto sull’inizio della pubertà ( gatte nate in estate-autunno possono iniziare i calori gia’ la primavera successiva mentre quelle nate ad inizio anno possono iniziare l’anno successivo).

GRAVIDANZA:

La durata della gravidanza nella cagna e’ di 63 giorni +/- 1 se calcolata dal giorno dell’ovulazione.

La durata della gravidanza della gatta e’ di 63 +/- 1 giorno dal giorno in cui ovula; poiche’ nel gatto l’ovulazione è indotta dal coito, la durata media della gravidanza è di 64 +/- 1 giorni da un accoppiamento fertile.

Presso il nostro studio e’ possibile effettuare:

  • PAP TEST e dosaggio del Progesterone per monitoraggio ciclo estrale
  • Inseminazioni artificiali
  • Diagnosi di Gravidanza ecografica
  • Dosaggi ormonali ai fini della programmazione taglio cesareo
  • Spermiogramma

Per avere informazioni piu’ precise ed utili ai fini dell’accoppiamento o della gravidanza  rivolgiti in studio da noi per poter gestire al meglio questa fase così delicata della vita del tuo cane o del tuo gatto.

https://www.vetstudio.it/wp-content/uploads/2018/05/riproduzione.jpg

Ecogravidanza

Presso il Centro Veterinario Vetstudio e’ possibile effettuare diagnosi di gravidanza ecografica.

L’ecografia e’ un validissimo strumento per diagnosticare uno stato di gravidanza. Per decidere la data corretta per effettuare l’esame ecografico bisogna tenere conto di alcune variabili; infatti  l’ inizio della gestazione non coincide propriamente con l’ accoppiamento e i due eventi possono essere distanti molte ore l’ uno dall’ altro. Nel cane l’ accoppiamento può avvenire già alcuni giorni prima dell’ ovulazione, alla quale segue la maturazione degli ovociti e quindi la fecondazione. Questo fenomeno è reso possibile dalla lunga capacità di sopravvivenza degli spermatozoi (4-6 giorni) nelle vie genitali femminili e, nei casi più estremi, accoppiamento e fecondazione possono essere distanti tra loro anche 6-7 giorni.

Poiché l’ identificazione della camera gestazionale si ha circa al 15°-16° giorno dalla fecondazione, bisogna ben tener conto di questo fenomeno per non cadere nell’ errore ed emettere errate diagnosi di “non-gravidanza”. Se si ha quindi la possibilità di monitorare giornalmente il cane si può iniziare la ricerca delle camere gestazionali già al 15°-16° giorno dall’ accoppiamento, altrimenti è bene effettuare l’ ecografia al 21°-25° giorno.

Nel gatto invece la situazione è più semplice poiché in questa specie, essendo ad ovulazione indotta, i due eventi (accoppiamento e fecondazione) sono separati massimo da 48 ore quindi si può fare diagnosi certa già al 18° giorno.

Partendo dal giorno del picco di LH si potranno individuare ecograficamente:

  1. Giorno 20: Sacco gestazionale
  2. Giorno 23-25: attivita’ cardiaca ed embrione
  3. Giorno 33-39: scheletro fetale
  4. Giorno 35-39: stomaco e vescica urinaria
  5. Giorno 39-47: reni ed occhi
  6. Giorno 40 : camere cardiache
  7. Giorno 57-63: intestino

La misurazione della frequenza cardiaca fetale e’ utile per la valutazione della vitalità fetale. Viene considerata normale se di frequenza compresa tra 200 e 260 battiti per minuto (o, più semplicemente, il doppio della frequenza cardiaca del cuore materno).Una sua diminuzione è indice di stress fetale e può indicare parto o aborto imminente. Non necessariamente feti mal formati hanno variazioni della FC, e in corso della stessa gravidanza possono convivere feti con normale attività cardiaca e feti con attività cardiaca ridotta o assente. E’ bene sempre monitorare questi casi nell’ eventualità di dover intervenire con un parto cesareo

E’ possibile inoltre, mediante alcune misurazioni (DCG,DBL,DL,DTA) predire la data presunta del parto con uno scarto di +- 3 giorni.

https://www.vetstudio.it/wp-content/uploads/2018/05/ripro-diagnosi-gravidanza.jpg

© 2018 - Centro Veterinario VetStudio - P.iva: 02076840350 Sito web realizzato da IP4work. Consulta la nostra Privacy Policy - Cookie Policy.